Lavoro, le Certificazioni IT più richieste

Le competenze professionali più richieste nel settore IT: ecco un’utile lista delle certificazioni maggiormente ricercate e riconosciute anche a livello internazionale.

Nel mondo del lavoro di oggi tra le professioni più richieste vi sono quelle del settore ICT. In questo ambito le aziende spesso privilegiano i professionisti in possesso di determinate competenze, specializzazioni, certificazioni e conoscenze informatiche.

Professioni ICT regolamentate

Da sottolineare che da gennaio 2016 l’Italia ha regolamentato 25 profili profili professionali europei ICT di terza generazione maggiormente aderenti al settore informatico pubblicato dall’IWA/HWG – Associazione Internazionale dei Professionisti del Web: Web Community Manager, Web Project Manager, Web Account Manager, User Experience Designer, Web Business Analyst, Web DB Administrator, Search Engine Expert, Web Advertising Manager, Frontend Web Developer, Server Side Web Developer, Web Content Specialist, Web Server Administrator, Information Architect, Digital Strategic Planner, Web Accessibility Expert, Web Security Expert, Mobile Application Developer, E-commerce Specialist, Online Store Manager, Reputation Manager, Knowledge Manager, Augmented Reality Expert, E-Learning Specialist, Data Scientist, Wikipedian.

Citiamo di seguito le certificazioni maggiormente ricercate e che, quindi, offrono una maggiore garanzia di accedere al mondo del lavoro.

=> Riforma Lavoro, la certificazione delle competenze

=> Come valorizzare le competenze aziendali

EIPASS Sanità Digitale

Tra gli attestati di maggiore interesse per i professionisti del sistema sanitario sia pubblico che provato troviamo EIPASS Sanità Digitale, la prima certificazione informatica che approfondisce il tema dell’e-Health, il complesso di risorse, soluzioni e tecnologie informatiche dedicate al mondo della sanità e della salute, capace di facilitare la richiesta e l’offerta sei servizi.

EIPASS Teacher

EIPASS Teacher è una certificazione informatica che si rivolge a docenti di ogni ordine e grado e formatori professionali. I moduli d’esame sono:

  • hardware e software negli ambienti di apprendimento;
  • rete Internet ed i suoi servizi nel contesto professionale e operativo;
  • web 2.0, Social network e Cloud Computing;
  • progettazione didattico-curriculare;
  • Bisogni Educativi Speciali (BES) e strumenti ICT per l’inclusione.

ECDL

La certificazione ECDL è stata introdotta in Italia nel 1997 per attestare il livello di competenze digitali verificando l’utilizzo competente delle tecnologie informatiche. Si tratta della Patente Europea del Computer riconosciuta a livello internazionale che in Italia viene gestita dall’Aica – Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico, in qualità di membro dell’organismo internazionale ECDL Foundation, a garantire il programma ECDL. La certificazione prevede diversi moduli:

  • ECDL Base – certifica il livello essenziale di competenze informatiche e web, aggiornate alle funzionalità del web 2.0. In sintesi è l’evoluzione della vecchia certificazione ECDL Start;
  • ECDL Standard – basata su 4 moduli più 3 a scelta, certifica una formazione flessibile e completa;
  • ECDL Expert – certifica una conoscenza più avanzata delle competenze relative al lavoro in ufficio, vera garanzia di professionalità.

PEKIT

PEKIT è un progetto della Fondazione Onlus Sviluppo Europa. Le certificazioni PEKIT attestano competenze in ambito digitale (ITC) e tecnologico e sono riconosciute dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) e dagli altri Ministeri e Centri che richiedono nei concorsi pubblici l’accertamento delle conoscenze informatiche. Le certificazioni PEKIT sono:

  • PEKIT for school – si tratta di un tipo di certificazione progettata per favorire l’accesso dei più giovani al mondo dell’informatica;
  • PEKIT Expert – valida per accertare le competenze nell’utilizzo del PC e del Web, percorso che si svolge attraverso 4 fasi di conoscenza;
  • PEKIT Advanced – si ottiene superando, in aggiunta agli esami precedenti, uno o più ulteriori esami;
  • PEKIT Web Creation – la certificazione attesta la competenza nel saper sviluppare un sito aziendale di e-commerce (attraverso l’utilizzo dei CMS – Content Management System), di ottimizzarne il posizionamento nei motori di ricerca (CEO – Search Engine Optimization);
  • PEKIT CADS – attesta le conoscenze nell’utilizzo di programmi informatici per la progettazione generale in ambiente 2D/3D;
  • PEKIT LiberCloud – è la nuova certificazione sull’utilizzo della piattaforma didattica LiberCloud,strumento di creazione, gestione e condivisione dei contenuti online e offline;
  • PEKIT Digital Lessons – si rivolge ai docenti di ogni ordine e grado e attesta le competenze nella progettazione di lezioni di didattica digitale, anche attraverso l’utilizzo dei social network.

CISCO

Altamente richieste e riconosciute nel settore dell’ICT le certificazioni CISCO offrono alle aziende la garanzia di un vantaggio competitivo e commerciale. I livelli di certificazione CISCO sono:

  • Entry level – rivolto a profili junior in cerca di prima occupazione nel settore dell’IT;
  • Associate level – rivolto a sistemisti IT, sistemisti di rete, network engeneer. Attesta sia la capacità di saper configurare le reti Lan e Wan e sia di possedere competenze di ploblem solving;
  • Professional level – è rivolta ai professionisti della rete che aspirano a proseguire la propria carriera come network engineers. Attesta competenza sulle reti enterprice;
  • Expert – è considerata la più prestigiosa in ambito networking. Attesta alta competenza in ambito networking;
  • Architect – rivolta a network designers con esperienza pluriennale. Attesta la capacità di saper tradurre strategie di business in soluzioni tecnologiche e di saper intervenire su reti complesse.

VMware

Le certificazioni VMware sono utili per i professionisti che vogliono distinguersisul mercato internazionale in ambito virtualizzazione e cloud computing. Per accedere alle certificazioni VMware è necessario seguire dei corsi formazione. Tra i livelli più comuni di certificazione ci sono:

  • Associate – rivolto a profili junior, a chi è in cerca di prima occupazione, e a coloro che vogliono avere una conoscenza di base del panorama dei prodotti VMware;
  • Professional – rivolto a consulenti IT, system engineers, data center e cloud administrators con almeno 6 mesi di esperienza su architetture Vmwareli;
  • Advanced Professional – rivolto a coloro che sono in possesso di più approfondite e vaste competenze nel design ed amministrazione di infrastrutture VMware;
  • Expert – prevede una profonda padronanza su infrastrutture di virtualizzazione e viene raggiunta solo tramite un esame orale davanti ad una commissione di senior Expert VMware Certified Engeneers;
  • Engineer – è rivolta a chi possiede competenze comunicative, analitiche e di problem solving. Il suo possesso assicura stabilità, integrità; ed efficienza operativa del sistema informativo;
  • Administrator – il professionista che ha ottenuto la certificazione progetta, installa, amministra e ottimizza server aziendali e loro componenti per ottenere elevate performance;
  • Architect – si occupa di progettazione strategica e di implementazione del sistema informativo interno e del software in rete che garantiscono il corretto funzionamento dei principali processi IT aziendali;
  • Developer – colui che ottiene la certificazione identifica, definisce e progetta i requisiti applicativi, traducendo i requisiti del software in codice di programmazione.

ITIL v2 Foundations

La certificazione ITIL v2 Foundations fornisce, previo il superamento di un esame al quale si accede dopo qualche anno di esperienza nel settore IT, un attestato in ambito dell’IT Service Management. L’esame prevede conoscenze in merito a:

  • Gestione dei Servizi IT e dell’Infrastruttura IT;
  • Processi di Gestione dei Servizi e le relative interfacce;
  • Processi ITIL e le relazioni fra questi processi;
  • Concetti base di ITIL.

Microsoft Office Specialist

Microsoft Office Specialist (MOS) è una certificazione gestita a livello mondiale da Certiport e riconosciuta in tutto il mondo: attesta le capacità nell’uso degli applicativi di Microsoft Office. Sono previsti 3 livelli di Certificazione:

  • Specialist, prevede il superamento di almeno un esame Specialist tra Word 2003, Excel 2003, Powerpoint 2003, Access 2003 e Outlook 2003;
  • Expert prevede il superamento di almeno uno dei due esami Expert tra Word 2003 Expert e Excel 2003 Expert. Con il superamento di un esame, si ottiene la Certificazione Microsoft Office Specialist “EXPERT” in quell’applicazione;
  • Master: il livello Master è il più alto tra i disponibili e si ottiene superando complessivamente 4 esami, 2 Expert e 2 Specialist. Con questo livello si ottiene la Certificazione Microsoft Office Specialist “MASTER”. Gli esami Expert sono: Word 2003 Expert e Excel 2003 Expert. Gli esami Specialist sono: Powerpoint 2003, Access 2003 e Outlook 2003.

Al superamento di uno degli esami MOS si diventa membri della community Microsoft Certified Professional (MCP) e si accede a tutti i vantaggi del Microsoft Certification Program.

Fonte: Ministero del Lavoro.

Tratto da: http://www.pmi.it/economia/lavoro/approfondimenti/125385/certificazioni-it-richieste.html

Domenico Terlizzi presidente del Consiglio dei rappresentanti degli studenti Unipegaso.

Administrator

Corrado Faletti è giornalista dal 2003; ha scritto articoli per importanti quotidiani e per riviste di settore scientifico, oggi è Direttore Responsabile di Betapress.it, ha scritto più di 16 libri tra cui il primo libro in Italia sulle banche virtuali, e molte pubblicazioni riguardano la formazione innovativa. Ha lavorato in banca dal 1991 fino al 2007, la sua ultima esperienza è stata proprio in banca Marche ove per primo segnalò lo stato di pericolo in cui la Banca si era venuta a trovare. Dal 2009 al 2012 è stato dirigente del ministero dell’istruzione università e ricerca e si è occupato di organizzazione scolastica, controllo di gestione e fondi europei. Proprio il suo ruolo di capo degli ispettori dei fondi (era responsabile dell’autorità di audit) lo ha portato a ridisegnare il meccanismo dei controlli permettendo di rilevare gravissimi malcostumi nella gestione dei fondi stessi. Per la sua attività preso il Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca ha ricevuto una lettera di encomio Oggi è Presidente di una società che realizza modelli di business e di controllo per le Banche ed il mondo finanziario, tiene corsi di formazione e convegni in tutta Italia, ed è editore capo presso la casa editrice CCeditore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi