NORME INTERNE DI FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO DEI RAPPRESENTANTI DEGLI STUDENTI UNIPEGASO

Art.1

Natura e funzioni

IlConsiglio dei rappresentanti degli studenti Unipegaso (d’ora in avanti C.R.S.U.), nasce dall’esigenza di una struttura di coordinamento tra i rappresentanti degli studenti dei vari corsi di studio, democraticamente eletti dall’intera platea degli iscritti agli stessi. Il consiglio ha una durata di due anni e si rinnova alla scadenza delle votazioni per il rinnovo delle rappresentanze studentesche in seno all’ateneo.

Ne sono membri di diritto tutti i rappresentanti eletti.Si perde la carica di rappresentante in C.R.S.U., per dimissioni, decadenza o altre cause come meglio identificate nell’art.10 del presente Regolamento.

Perdere la carica di rappresentante in C.R.S.U. implica la decadenza da tutte le cariche di rappresentanza ricoperte e viceversa.

Le riunioni si svolgeranno presso il Centro Direzionale a Napoli o altra struttura dell’Ateneo messa a disposizione per lo svolgimento delle stesse con assicurazione di collegamento in videoconferenza per i rappresentanti che fossero impediti in presenza.

Art.2

Insediamento ed elezione del Presidente

Il C.R.S.U. nella prima seduta elegge a scrutinio segreto il Presidente tra i suoi componenti. I candidati espongono all’inizio della seduta un loro programma di massima. Ogni rappresentante esprime il voto per un solo candidato.Verrà nominato Presidente il candidato che avrà raggiunto la maggioranza assoluta delle preferenze.

Art. 3

Funzioni del Presidente

Il Presidente rappresenta il Consiglio dei rappresentanti degli studenti, lo convoca sentiti i rappresentanti tutti e presiede le sedute, ne coordina i lavori.

Durante le votazioni interne al C.R.S.U. in caso di parità di voti, si procede nella stessa seduta, ad una seconda votazione nella quale, in caso di ulteriore parità, il voto del Presidente è determinante.

Si fa portavoce delle istanze del C.R.S.U. con i responsabili dell’Ateneo.

Il Presidente nomina tra i membri del Consiglio un Segretario permanente.

Art.4

Sessione del Consiglio

Il Consiglio si riunisce in seduta ordinaria almeno quattro volte l’anno, sulla base di un calendario indicativo e prestabilito, votato dall’assemblea alla prima riunione annuale. Si riunisce inoltre in seduta straordinaria quando il Presidente lo ritiene opportuno ovvero su richiesta di almeno un quinto dei suoi componenti in carica. In questi casi la convocazione della riunione avviene entro quindici giorni dalla richiesta scritta dei componenti.

La partecipazione al Consiglio è obbligatoria, in caso di assenza la stessa va giustificata al Presidente.

Art.5

Convocazione e ordine del giorno

La convocazione prevede l’indicazione dell’ordine del giorno ed è inviata per posta elettronica o con avviso telefonico, con invio almeno sette giorni prima della data fissata per seduta.

Contestualmente si provvederà a mettere a disposizione dei rappresentanti il materiale su cui verte l’o.d.g.

L’ordine del giorno dei lavori di ciascuna seduta, e la convocazione, sono inviati e pubblicizzatia cura del Segretario.

Art.6

Validità delle sedute

Le sedute del Consiglio sono valide a prescindere del numero dei presenti o rappresentanti delegati in forma scritta con comunicazione al Presidente o al Segretario.

Art.7

Forma delle votazioni

L’espressione del voto è, di norma, palese, e si effettua per alzata di mano.

Si prendono a scrutinio segreto le votazioni concernenti persone o qualora lo richiedano i 3/5 dei membri del Consiglio.

Art.8

Validità delle votazioni

La votazione è valida se ad essa prendono parte almeno la metà più uno dei presenti. I consiglieri che hanno delega esprimeranno un voto per ogni delega ricevuta.

Le delibere del Consiglio sono adottate con il voto favorevole della maggioranza dei votanti. Non viene computato nel numero dei votanti il consigliere che, con dichiarazione messa a verbale, abbandona l’aula prima della votazione.

Art.9

Verbali delle sedute

Il verbale delle sedute è redatto in forma sintetica con la sovraintendenza del Presidente, dal Segretario. Il verbale è allegato all’ordine del giorno della seduta in cui deve essere discusso.

Ciascun componente del Consiglio ha diritto di far registrare a verbale il proprio dissenso o l’astensione dalla discussione o dal voto sui singoli argomenti, nonché di chiedere l’inserimento di una propria dichiarazione pronunciata nel corso della seduta e da lui stesso trasfusa sinteticamente in un testo scritto da consegnare seduta stante al segretario verbalizzante.

La bozza di verbale è disponibile presso il Segretario, che a seguito di richiesta scritta motivata lo mette a disposizione del richiedente. Eventuali osservazioni debbono essere trasmesse per iscritto al Presidente all’inizio della seduta in cui il verbale viene approvato.

Art.10

Decadenza e dimissioni dei rappresentanti

La qualità di rappresentante si perde verificandosi uno degli impedimenti, previsti dal regolamento del corso di studio, in particolare:
– Decadono dal C.R.S.U. i rappresentanti che conseguono la Laurea.
– La qualità di rappresentante si perde per dimissioni presentate al Consiglio e,/o da Rappresentante di Ateneo. Poiché il Consiglio è composto dai Rappresentanti di Ateneo ne consegue che le dimissioni in una delle due posizioni automaticamente risolve anche l’altra posizione.

Art.11

Modifiche al Regolamento

Le modifiche della presente normativa sono adottate con discussioni assunte a maggioranza qualificata dei due terzi dei componenti del Consiglio.

Art.12

Utilizzo del Logo

Il Consiglio dei rappresentanti degli studenti Unipegaso utilizzerà il logo come da allegato A.

Domenico Terlizzi

Presidente del Consiglio dei rappresentanti degli studenti Unipegaso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi